Messaggio di Natale e Capodanno 1969

Scritto da Sant Kirpal Singh, dicembre 1969

Nella lieta occasione del dolce ricordo della nascita del Signore Gesù che ha portato la Luce nel mondo, mando a ciascuno di voi i miei migliori auguri. Coloro che lo hanno seguito non hanno mai camminato nelle tenebre, Gesù ha detto che per rinascere bisogna prendere ogni giorno la propria croce. Per fare questo, il Maestro o Guru nel momento dell’iniziazione svela la Luce dentro ognuno di noi. La parola “Guru” significa colui che può dare la Luce all’interno. Concludete il 1969 prendendo quotidianamente la vostra croce per poter iniziare l’anno nuovo con la rinascita. Una nascita è nel corpo fisico ma la vera rinascita è nell’aldilà. Questo è stato dato anche da altri Maestri per farvi nascere due volte.

Siete fortunati poiché vi hanno insegnato a prendere la vostra croce quotidianamente per elevarvi al di sopra della coscienza corporea e rinascere nel Regno di Dio che è in voi. Imparate a rimanere più a lungo nell’aldilà e a godere della beatitudine del Regno di Dio dentro di voi.

Tutta la bellezza e la gloria sono all’interno. Ci sono tante dimore nella casa di nostro Padre, ognuna più bella e gloriosa dell’altra. Il macrocosmo è nel microcosmo. Il piano astrale è più bello e glorioso del piano fisico e il piano causale ancora più bello. La beatitudine e la gloria dei piani spirituali sono però ancora di più. I Maestri che sono venuti hanno parlato di tutto questo. Sant Tulsi Das dice che quando si elevò in Brahmand (macrocosmo), s’innamorò molto della bellezza di quel luogo, ma quando risalì ed entrò nel piano puramente spirituale, descrisse la gloria e la beatitudine goduta lì, come se nel piano inferiore l’anima avesse vissuto in una latrina.

Questi insegnamenti dei Maestri sono stati tramandati di generazione in generazione come un libro sigillato. Per la mancanza di insegnanti pratici non si poteva godere la loro bellezza.

Siete fortunati che vi è stato dato un accesso all’aldilà per godere di quella beatitudine elevandovi al di sopra della coscienza corporea o prendendo la vostra croce quotidianamente come ha detto San Paolo: “Io muoio ogni giorno”.

In Luca 10:24 è scritto:

“Vi dico che molti profeti e re
hanno desiderato vedere ciò che voi vedete,
ma loro non l’hanno visto;
e udire ciò che voi udite,
ma loro non l’hanno udito”.

Avete quella luce radiante che risuona dentro di voi e dovreste goderla il più possibile in questo corpo fisico. Inoltre, quando si accende una luce, non tenerla nascosta, ma mettetela in un posto che attiri gli occhi di coloro che cercano la luce.

Auguro a tutti voi buona fortuna. Il Potere del Maestro, il Potere di Dio, il Potere di Cristo che è in voi estenderà ogni possibile aiuto e protezione finché non sarete completamente in armonia con la dolcezza di vostro Padre.

Con tutto l’amore e i migliori auguri,

Torna su